31 gennaio 2017 Dava

Il Regolamento Di Condominio

IL REGOLAMENTO DI CONDOMINIO

Regolamento Condominio

Il regolamento condominiale è disciplinato dall’art. 1138 c.c. nonché dagli artt. 68, 69 70, 71 e 72 disp. att. c.c.

Il codice civile ne individua l’obbligatorietà e il contenuto, disponendo al primo comma che “quando in un edificio il numero dei condomini è superiore a dieci, deve essere formato un regolamento, il quale contenga le norme circa l’uso delle cose comuni e la ripartizione delle spese, secondo i diritti e gli obblighi spettanti a ciascun condomino, nonché le norme per la tutela del decoro dell’edificio e quelle relative all’amministrazione” (art. 1138 c.c.); i commi successivi, invece, si occupano di fissarne le modalità di approvazione, da parte dell’assemblea con la maggioranza stabilita dall’art. 1136 c.c., e i limiti.

Al regolamento di condominio si allegano anche le tabelle millesimali per la ripartizione delle spese.

Regolamento di condominio contrattuale.

E’ il regolamento di condominio predisposto dal costruttore, e viene di solito accettato e dunque approvato, facendo parte integrante del contratto, dai condomini acquirenti delle singole unità immobiliari. Può contenere a carico dei singoli condomini delle limitazioni che un regolamento approvato a maggioranza non può contenere, come per esempio vietare di apporre insegne, targhe o qualunque altra attrezzatura similare sui muri perimetrali comuni dell’edificio. Può anche fissare qualsiasi suddivisione delle spese comuni e potrà essere modificato solo con l’approvazione di tutti i condomini.

Regolamento di condominio assembleare.

E’ il regolamento di condominio concordato con la maggioranza qualificata dell’assemblea dei condomini, sia nel caso di formazione che nel caso di revisione.

Fonte: Condominioweb.com

Tagged: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *